Viaggi e stelle ?

IL PROSSIMO VIAGGIO E’ SCRITTO NELLE STELLE ?

Siamo all‘inizio dell’Anno ed è Tempo di Oroscopi.

Viaggi e Tour nel Mondo
Viaggi e stelle

Vi proponiamo un Oroscopo particolare, che per il 2016 unisce i vari segni zodiacali alle destinazioni più adatte a loro secondo le stelle.
E’ frutto di uno studio delle congiunture astrali di Skyscanner.it : hanno osservato stelle e pianeti incrociandoli con le costellazioni zodiacali e trovato la destinazione perfetta per il prossimo viaggio di ogni segno zodiacale.

Un invito a viaggiare, sempre ed in ogni modo, perché il viaggio è un momento di crescita personale e di conoscenza di luoghi nuovi, degli altri e di sé stessi.

E perché no: meglio viaggiare con l’auspicio delle stelle!

Buona lettura e Buon Viaggio !

I Viaggi nel 2016 segno per segno

ARIETE – IBIZA (Spagna)

Orgogliosi, generosi e creativi, gli amici dell’Ariete vivranno un 2016 tutto in ascesa: non dovrete andare dall’altra parte del Mondo a cercare sorrisi e soddisfazioni, le stelle hanno in serbo per voi un fantastico viaggio a Ibiza. Quale che sia la vostra età, Ibiza è sempre un desiderio da realizzare. La Isla Blanca è piena di sorprese, dal mattino, momento ideale per godersi la città e le bellezze paradisiache dell’isola, fino a sera, quando il divertimento è assicurato e prosegue fino all’alba.

TORO – BAKU (Azerbaigian)

Il Toro è un segno energico e coraggioso, sempre pronto a lanciarsi in nuove avventure e a godere di nuove scoperte. Per voi il nuovo anno esplora mete inedite: la vostra città è Baku, nell’Azerbaigian, regione del Caucaso ricca di posti incantevoli e spesso troppo poco conosciuti. Situata sulle rive del Mar Caspio, Baku è un posto magico, in cui storia e modernità si incrociano. Non perdete la Città Vecchia, che è Patrimonio Unesco e fate un salto alla Filarmonica Statale.

GEMELLI – TASHKENT (Uzbekistan)

Viaggi in Messico
Messico

Il segno dei Gemelli è curioso, mai banale e amante di tradizioni anche lontane dalle proprie: per un viaggiatore così ci spingiamo in Uzbekistan, a Tashkent, la capitale. Attraversata e dominata nei secoli dalla cultura araba, cinese e russa, tutte rintracciabili nelle strade e tra i palazzi, questa città saprà catturare anche i più scettici con i suoi musei che raccontano storie lontane e le sue bellezze artistiche e culturali. Con qualche giorno in più, spingetevi anche a Samarcanda.

CANCRO – NEW YORK (USA)

Il Cancro, riservato ed elegante, sensibile e tenace, si guadagna una meta top: New York! Una di quelle città che va sicuramente vista e vissuta al massimo almeno una volta nella vita e voi, amici del Cancro, potrete programmare il viaggio nella Grande Mela proprio in questo nuovo anno. Vi muoverete estasiati tra l’Empire State Building e il Central Park, tra il Momae Times Square e non vorrete più ripartire, perché questa è la città che non dorme mai, è un vortice che risucchia e sorprende.

LEONE – L’AVANA (Cuba)

Sono viaggiatori instancabili gli amici del Leone, solari e sempre attivissimi su molti fronti, ai quali il 2016 riserverà grandi traguardi da raggiungere: in cima alla lista, Cuba, coi suoi colori e i suoi profumi e la sua atmosfera che è davvero unica al mondo. Cuba non è solo rum e sigari, Cuba è una continua scoperta di antichissime tradizioni e paesaggi mozzafiato che si sono preservati, gli uni e le altre, quasi del tutto incontaminati.

VERGINE – LIMA (Perù)

Viaggi in Perù
Perù

Coscienziosi, dotati di spirito critico e brillanti, i nati sotto il segno della Vergine hanno bisogno di essere sempre stimolati per non annoiarsi mai. E il 2016 vi regalerà un grande viaggio che sembra soddisfare questo requisito primario: Lima, in Perù, vi aspetta! Una città in cui Natura e Storia si intrecciano indissolubilmente per scorci mozzafiato e paesaggi talmente belli da sembrare una tela d’artista!

BILANCIA – KYOTO (Giappone)

Per il segno della Bilancia, che per eccellenza incarna l’equilibrio e la misura, Skyscanner  consiglia una meta magica, sospesa tra realtà e incanto: Kyoto, nota come “la città dei mille templi”, affonda le sue tradizioni in tempi lontanissimi e può vantare una storia millenaria. Non perdetevi uno spettacolo di teatro kabuki, entrate nei musei e nei templi, belli e mistici, e poi ristoratevi nei tipici giardini giapponesi, che sono dei piccoli Eden. E poi trovate un po’ di tempo per fare la Passeggiata del Filosofo.

SCORPIONE – CITTA’ DEL MESSICO (Messico)

Determinati, autoritari e molto pratici, gli Scorpioni amano programmare ogni dettaglio, anche quando si tratta di viaggiare, e il 2016 regalerà loro un bel biglietto per Città del Messico. Magari sola andata, chissà.. perché questa è una città che sa conquistare. Frenetica e moderna, a catturare la vostra attenzione sarà innanzitutto Plaza de la Constitución, mentre per gustarvi un po’ di tranquillità fate un salto al Bosque de Chapultepec, un’area verde in cui troverete anche uno splendido castello!

SAGITTARIO – ABU DHABI (Emirati Arabi Uniti)

Viaggio a Abu Dhabi
Abu Dhabi

Per i nati sotto il segno del Sagittario, che amano le avventure e sono sempre pieni di vitalità, leali e idealisti, quel che ci vuole per cominciare il nuovo anno nel migliore dei modi è sicuramente un bel viaggio. Dove? Abu Dhabi è la meta prescelta, coi suoi altissimi grattacieli e gli edifici in vetro per cene con vista ad alta quota, le innumerevoli cupole dellaGrande Moschea, le passeggiate lungomare e il sito di Al Ain, imperdibile!

CAPRICORNO – VIENNA (Austria)

Saranno moltissimi i progetti che dovranno portare avanti i Capricorno, e lo faranno sempre con grande responsabilità e pazienza. La città dell’anno è Vienna, regale e sofisticata. I suoi musei, le strade eleganti, le piazze e le fontane, la Sacher Torte e Klimt, i giri in carrozza e un centro storico Patrimonio Unesco.

ACQUARIO – HANOI (Vietnam)

Per gli Acquario il nuovo anno esplora strade poco battute: è il momento di tagliare i rami secchi e concentrarsi sull’essenziale, senza abbandonare altruismo e creatività che caratterizzano questo segno dello zodiaco. La vostra destinazione ideale è Hanoi: una meta che unisce storia, natura, cultura e politica, che soddisferà la vostra voglia di scoprire e conoscere; una meta in cui indagare sul senso del Mondo, per il vostro lato più riflessivo.

PESCI – BANGKOK (Thailandia)

Romantici e amanti della natura più estrema, ai Pesci le stelle consigliano Bangkok e laThailandia: una città in continua evoluzione, piena di fascino e di angoli che vi toglieranno le parole di bocca. Il tutto nella cornice di una

Viaggio in Vietnam
Vietnam

terra magica, in cui mercati colorati, spiagge mozzafiato e vegetazione rigogliosa sapranno incantarvi, tanto da rimanervi nel cuore.

E prima di fare la valigia….. visita il nostro sito Voyager-Viaggi e Tour nel Mondo per tutte le informazioni sulle destinazioni e le nostre proposte di viaggio su misura per te.

Per consigli e informazioni e per assisterti nella prenotazione del tuo Viaggio delle Stelle, contattaci : info@viaggietournelmondo.com

Ti è piaciuto questo articolo ? Lascia i tuoi commenti o raccontaci le tue esperienze.

Annunci

Islanda, la patria degli elfi

Lo sapevate che in Islanda credono fermamente nell’esistenza degli Elfi?Tour Islanda

Gli Elfi sono spiriti della mitologia del nord, che simboleggiano le forze di aria, terra, acqua, fuoco e dei fenomeni atmosferici. E sembra risiedano proprio in Islanda, come i Troll vivono in Norvegia.
Scopriamo insieme le peculiarità dell’Islanda, terra meravigliosa e piena di contrasti.

Curiosità e particolarità dell’Islanda

  • Gli elfi (alfar in islandese) sono il popolo nascosto dell’Islanda: in ogni giardino si trovano tre casette di legno per ospitare gli elfi. Solo gli uomini dall’animo puro possono vederli e loro intervengono in aiuto degli uomini.viaggio in islanda
  • Non ci sono zanzare. Questo perché l’ambiente naturale dell’Islanda sembra non sia adatto allo sviluppo delle larve delle zanzare
  • Praticamente non ci sono alberi
  • I fiumi cambiano letto con grande frequenza
  • Ci sono più di 200 vulcani e da qui viene ricavato il 25% del fabbisogno energetico del paese
  • Un islandese su 10 ha scritto e pubblicato un libro.
  • In inverno il sole praticamente non sorge mai. E’ in uno stato di tramonto permanente.
  • Non esistono tensioni sociali e gli islandesi non sentono alcuna differenza tra le classi.
  • Il parlamento dell’Islanda è il più antico: risale al 930 DC.
  • Il tasso di criminalità è tra i più bassi al mondo.
  • Gli abitanti sono poco più di 300.000 e sono quasi tutti imparentati tra loro. Per capire il grado di parentela utilizzano un app “Islendingabók” (il libro degli islandesi).
  • Non esistono i cognomi: I bambini aggiungono al nome di battesimo del padre “son” (figlio) e “dottir” (figlia).

Islanda, terra di fuoco e ghiaccioviaggi islanda

L’isola si è formata circa 20 milioni di anni fa in seguito a eruzioni vulcaniche sottomarine. E sottoterra l’Islanda è ancora in continuo movimento: ci sono 22 vulcani attivi, 250 aree geotermali e ben 780 sorgenti calde, senza contare i geyser e le fumarole. I terremoti sono piuttosto comuni, ma gli islandesi se ne curano solo quando ci sono delle vere e proprie esplosioni. Come è avvenuto nel marzo del 2010 con il vulcano Eyjafjöl, che è divenuto famoso per la colonna di fumo alta 4 km e la conseguente chiusura di molti aeroporti europei.

Ma il paesaggio islandese è stato fortemente plasmato anche dal ghiaccio. Il 15% del territorio è ricoperto dai ghiacciai. I ghiacciai sono una massa in lento movimento e, spostandosi, modificano il territorio.

Islanda, terra di fiumi e cascate

La co-presenza di ghiacciai e di un alto numero di vulcani attivi, fa sì che in Islanda ci siano innumerevoli fiumi eTour in islanda ruscelli che scorrono dai ghiacciai verso l’oceano, con percorsi brevi ma ricchi di acqua, che vengono sfruttati per la produzione di energia elettrica. Grazie alla conformazione del terreno, pieno di spaccature e canyon, ci sono
oltre 10.000 cascate. Inoltre si contano una trentina di laghi, di cui il più grande è di 88 mq. Quando non scorre o non precipita, l’acqua fuoriesce impetuosamente dal sottosuolo sotto forma di potenti geyser.

Islanda ed i fenomeni atmosferici

Il più comune è dato dalla “notte bianca”: in estate il sole tramonta dietro l’orizzonte, ma grazie alla rifrazione, la notte assomiglia a un lungo crepuscolo.

Altro fenomeno è la “fata morgana”, un effetto ottico dovuto alla rifrazione della luce solare: è possibile vedere proiettati sulla linea dell’orizzonte isole, foreste e navi in punti dove non si trova nulla.

Il fenomeno più famoso è senz’altro la spettacolare “aurora borealeIslanda aurora boreale, che si può vedere durante la stagione invernale: le sue incredibili colonne ondeggianti di luce verde e rosa rischiarano la notte polare e hanno fatto nascere suggestive leggende: secondo la mitologia norrena sono create dalle valchirie cavalcano nel cielo con le loro splendenti armature.

Perché fare un viaggio in Islanda?

L’Islanda è un paese unico per le sue meraviglie naturali e per la particolarità del suo popolo, in bilico tra tradizione e innovazione. E’ il paese più giovane d’Europa, in quanto si è formato circa 20 milioni di anni fa e fu scoperto dai popoli scandinavi solo nel 330 a.c. La natura incontaminata e selvaggia ed il territorio molto vario e pieno di contrasti, la rendono una destinazione affascinante in ogni stagione:

  • In primavera le giornate si allungano e la vegetazione si risveglia. Ritornano gli uccelli migratori e i fiumi e laghi pullulano di pesce.
  • In estate il sole non tramonta mai e le giornate non hanno fine. I prati sono pieni di fiori e tutte le attività all’aria aperta diventano molto piacevoli e interessanti: trekking, gite in bicicletta o fuoristrada, girare i fiordi in kayak, percorsi di rafting estremo, spedizioni di whale-watching.
  • In autunno fiumi e ruscelli abbondano di acqua ed alimentano cascate splendide e possenti. La vegetazione passa dal verde al rosso, arricchendo il paesaggio di mille colori.
  • In inverno i contrasti si fanno più evidenti ed è l’unica stagione dell’anno in cui è possibile osservare l’aurora boreale. viaggio in islanda

E’ una destinazione per veri viaggiatori, in cerca di natura incontaminata e paesaggi mozzafiato.

Vuoi maggiori informazioni sull’ Islanda? Ti piacerebbe visitare questo paese?

Clicca su questo link Islanda

Contattaci anche: info@viaggietournelmondo.com

 

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia i tuoi commenti e le tue esperienze.

Perchè viaggiare

Perché viaggiamo ?

Perché siamo obbligati o perché vogliamo. Per inseguire un amore, o perché un amore è finito, o per realizzare un sogno di lunga data.viaggiare

Viaggiamo per molti motivi diversi: perché siamo stressati, perché siamo annoiati dei soliti paesaggi o dalla vita quotidiana, perché abbiamo sempre voluto vedere un certo luogo, o perché il biglietto aereo costava talmente poco che non potevamo non comprarlo.

La destinazione spesso non è importante, quello che vogliamo è mettere chilometri tra casa nostra e un luogo qualunque.

Perché sentiamo il bisogno di allontanarci dalla nostra vita di tutti i giorni?

In realtà viaggiare non ci fa allontanare dai nostri problemi o preoccupazioni, ma interpone una certa distanza tra noi e la quotidianità. E questo libera e purifica la mente, che così si risveglia e spazia tra le idee che ci passano normalmente per la testa, le mette in una prospettiva diversa, dal di fuori di noi, e così troviamo soluzioni inaspettate ed efficaci ai problemi.destinazioni

E non è l’unico aspetto positivo: visitare luoghi viversi, incontrare persone nuove, ci rende più curiosi e creativi e ricarica le nostre batterie interne, così al ritorno siamo più carichi e motivati.

Siamo portati a conoscere e stimare i valori e le tradizioni di culture diverse dalla nostra e di conseguenza a rivalutare ed amare il nostro “orticello”.

Partire e visitare posti molto lontani ci rende delle persone migliori. Ci aiuta a conoscere meglio noi stessi, perché è l’occasione di viaggiare anche dentro di noi.

Il viaggio comincia con la sua organizzazione.

Il viaggio inizia con l’idea del viaggio: vagliare possibili destinazioni; consultare le guide della meta scelta; cercare i luoghi sulla cartina e tracciare un possibile itinerario.
Questo è già il viaggio. Siamo già in movimento con la testa.
Le nostre dita corrono sulla tastiera del computer per raccogliere centinaia di informazioni che ci aiuteranno nella prenotazione dei vari servizi. E già siamo coinvolti in questo gioco di sogni, emozioni, aspettative ed immagini. guide-di-viaggio

Altro momento importante in cui pregustiamo il viaggio, è la preparazione della valigia.
Cosa portiamo con noi? La scelta dell’abbigliamento più adatto, le scarpe più comode, la felpa preferita, ci tiene piacevolmente impegnati. Ci vorrà il costume da bagno? E un abito elegante?
E poi il libro che stiamo leggendo, la macchina fotografica e un quaderno dove annotare le nostre esperienze di viaggio.

Ed il viaggio continua anche dopo il ritorno.

Torniamo a casa con ancora negli occhi e nel cuore le immagini e le emozioni del viaggio. Il viaggio è finito, siamo un po’ tristi, ma anche contenti di ritrovarci a casa in mezzo alle nostre cose, con le nostre abitudini. Siamo soddisfatti e arricchiti dell’esperienza del viaggio e carichi per la nostra vita di tutti i giorni.
In attesa di partire di nuovo.Appunti di viaggio

 

 

 

 

 

Vuoi trovare suggerimenti per il tuo prossimo viaggio ?
Vieni ad incontrarci sul nostro sito viaggi

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia i tuoi commenti, o raccontaci la tua esperienza:

 

 

Curiosità intorno al Cammino di Santiago

Santiago#compostela#pellegrinaggio
Santiago#compostela#pellegrinaggio

Il Cammino di Santiago, in italiano suona come il Cammino di Giacomo.

Ma chi era Giacomo?
Cosa ha fatto per meritarsi tale importanza? 
Cosa ha predicato poiché si istituisse un santuario in suo onore dove migliaia di pellegrini ogni anno si recano, dopo giorni di cammino, per venerare ancora oggi le sue spoglie?

Proviamo a conoscerlo meglio, per quanto sia possibile.
Giacomo viveva e nasceva a Betsaida, era un giovane pescatore che passava le sue giornate sul lago di Tiberiade insieme al padre, Zebedeo; sua madre si chiamava Salome e aveva un fratello, Giovanni. Un’ giorno come gli altri, i fratelli e il padre raccoglievano le reti sulle rive del lago quando Gesù, che passava in quei pressi chiamò a sé i due fratelli. Entrambi abbandonarono le loro vecchie esistenze per seguirlo lasciando le reti, la barca e lo stesso padre.
Giacomo e il fratello Giovanni furono tra i primi discepoli di Gesù.

Unendosi al resto del gruppo che andò a formare gli apostoli, Giacomo accompagnò Gesù durante la sua vita pubblica. Dopo la morte e la resurrezione del suo maestro, Giacomo assunse un ruolo importante nella comunità cristiana di Gerusalemme, decise di viaggiare sino in Spagna per diffondere il Vangelo. Ma il suo apostolato fu  breve poiché, tornato a Gerusalemme fra il 41 e il 44 dc Erode Agrippa lo fece decapitare.

Giacomo#apostolo#Santiago#santi
Giacomo#apostolo#Santiago#santi

Nel terzo libro Codex Calixtinus, scritto probabilmente da Aiméry Picaud nel XII secolo, si racconta come avvenne la traslazione del corpo di  San Giacomo la cui tomba è conservata all’interno della Cattedrale di Santiago de Compostela.
Narra la leggenda che i pochi discepoli spagnoli che l’avevano seguito sino a Gerusalemme, trafugarono il corpo e lo caricarono su una barca che, guidata dagli angeli, condusse il prezioso carico alla foce del fiume Ulla, presso Finisterre in Galizia. 
Arrivati, vennero colpiti nuovamente dalle persecuzioni e  i discepoli dovettero difendere le spoglie del loro maestro dai feroci attacchi della Regina Lupa e da Re Duyo. Fortunatamente, la Regina si convertì alla fede cristiana e l’Apostolo trovò sepoltura nel territorio in cui sorgerà secoli dopo la città di Santiago. Dopo tali avventure però il luogo di sepoltura del nostro Giacomo fu ahimè dimenticato.
Nel IX secolo, fortunatamente un eremita noto come Pelagio ebbe una visione in cui gli apparvero delle luminarie nel cuore di un bosco, con delle voci angeliche di sottofondo. L’eremita avvertì dell’accaduto il vescovo Teodomiro, il quale, accorso sul posto, scoprì una tomba che conservava i resti di tre individui, dei quali uno solo aveva il capo mozzato ed era identificato dall’ iscrizione : Qui giace Jacobus, figlio di Zebedeo e Salome.  Fu così che sul luogo della tomba riscoperta venne innalzata la prima cattedrale e attorno ad essa sorse la famosa città di Santiago de Compostela.

Il corpo di Giacomo, divenne catalizzatore di fedeli, di preghiere e del culto nato in suo onore, attirando al suo cospetto pellegrini provenienti da tutta Europa. Giungevano attraversando antiche vie romane, soggiornavano durante il cammino in ostelli, ospitali, chiese, abbazie e monasteri che prestavano soccorso e accoglienza ai viandanti. Lungo l’itinerario sorsero negli anni anche numerosi centri abitati, utili ai pellegrini in cerca di ristoro e riposo.

Ancora oggi secoli dopo, ogni anno migliaia  di persone intraprendono il Cammino per arrivare a Giacomo. Calpestano le terre, respirano la fresca aria del mattino, soggiornano nelle stesse zone che secoli fa venivano battute da altri pellegrini, alla ricerca della stessa verità.
Il Cammino di Santiago è una viaggio verso la conoscenza di se stessi ma anche degli altri; si condivide il tempo, il cibo, il pensiero con diversi pellegrini. 
Si creano sinergie particolari, protette dalla bellezza dei luoghi visitati e dalla magia dell’esperienza vissuta.

Vuoi saperne di più ? Ti interessa intraprendere il Cammino di Santiago ?
Contattaci : info@viaggietournelmondo.com

Marocco il paese delle Meraviglie

 

#marocco#paesaggio#mulattiera#Atlas
#marocco#paesaggio#mulattiera#Atlas

Marocco in arabo significa “Regno occidentale” ed è situato infatti, nella parte più occidentale del mondo arabo, il Maghreb.
“Quando l’intelligenza viaggia , non c’è corridore che tenga”
“Un uomo senza istruzione è come un cane non addestrato”
La cultura marocchina esalta il valore dell’intelligenza , della conoscenza e del sapere … ed ogni viaggiatore, al ritorno dall’esperienza magrebina sentirà di aver arricchito la propria anima curiosa.

Si può cominciare ad assaporare l’atmosfera marocchina fin dalla prima colazione con pane caldo cotto su pietre infuocate da intingere in olio d’oliva insieme a piccole e saporitissime olive e concludere con un forte caffè bollente che regala l’energia giusta per iniziare a godersi le bellezze della giornata.

#Jemaa-el-Fna#Marrakech#Medina
#Jemaa-el-Fna#Marrakech#Medina

Un’immagine che può rappresentare il Marocco è sicuramente Place Jemaa-el Fna a Marrakech… dichiarata nel 2001 dall’Unesco, “capolavoro del patrimonio orale ed immateriale dell’umanità”.
Se si arriva in quella piazza durante la giornata appare come uno spazio vuoto privo di qualsiasi attrattiva, ma al calar del sole illuminata dai primi rossori del tramonto diventa un mondo incantato…
Bottegucce ricoperte di tettoie di paglia ed illuminate da lampade a gas  offrono i profumi intensi delle spezie orientali, frutti dolcissimi, amuleti, chincaglierie e persino “dentiere” a buon prezzo.
Folle di curiosi vengono attirati dall’odore invitante di salsicce , spiedini e croccanti frittelle.
E acrobati, cantastorie , danzatori, incantatori di serpenti che lanciano sulla folla i loro rettili addomesticati riescono a trasformare la piazza in un luogo magico ed indimenticabile. Continua a leggere

Istanbul, non tutti sanno che…

Nel famoso Museo del Palazzo di Topkapi, sono esposti due oggetti veramente eccezionali :

  •   il Diamante del Kasikci (fabbricante di cucchiai ) Diamante Kasikci   è un esemplare magnifico, di    forma ovale di 86 karati, circondato da 49 diamanti più piccoli. E’ il quinto al mondo  per grandezza. Fu trovato in una discarica e passò di mano molte volte, ma nessuno dei proprietari comprese il reale valore della pietra, finché non venne confiscato dal Gran Visir Ahmed Pascia.
  •   il Pugnale Topkapi   Pugnale Topkapi è sontuoso ed estremamente prezioso : decorato con 5 enormi  smeraldi, oltre a diamanti ed altre numerose  pietre preziose ed un particolare orologio nascosto nel pomolo. Fu realizzato nel ‘700 come dono del Sultano per lo Shah di Persia.

Il Palazzo divenne famoso grazie al film Topkapi girato nel 1964

 

La Turchia, grazie ad Ataturk è una nazione moderna. Nel 1923 è stato concesso il voto alle donne, molti anni prima che in altri paesi europei, come Italia e Francia.
Inoltre nel 1936 Sabiha Gökçen è diventata la prima donna aviatrice militare e, durante la sua lunga carriera militare, pilotò 22 modelli differenti di aerei e partecipò a molte missioni in guerra attiva con bombardamenti. Uno dei due aeroporti di Istanbul porta il suo nome.

sabiha gokcen

I Tulipani non sono olandesi : è un fiore turco ed è il simbolo della Turchia.
Il nome “tulipano” viene dal turco tulbend, che significa “turbante”.
Ogni anno a primavera si tiene il Festival dei TulipaniInternational Istanbul Tulip Festival” e per un mese Istanbul si trasforma in un meraviglioso giardino fiorito di tulipani in mille colori.

tulipani ad istanbul

Lo yogurt denso e cremoso che viene chiamato “yogurt greco”, è tipico della cucina tradizionale ottomana. E’ un elemento sempre presente nella cucina turca ed i turchi sono i più grandi consumatori mondiali di questo alimento (22 kg/persona all’anno).

yogurt turcoA Istanbul ci sono moltissimi bow windows, come nei paesi del  nord d’Europa. Si tratta di un balcone verandato, molto richiestoantica bow window turchia  nel periodo ottomano : le donne restavano sempre in casa e  quindi i bow windows diventavano un ambito punto  d’osservazione della città, una vera e propria finestra sul mondo.

Visita Istanbul, per conoscere tutte le meraviglie di questa città.

Contattaci per ulteriori informazioni : info@viaggietournelmondo.com

 

 

 

Capodanno in Andalusia

hdr6
#andalusia#capodanno#river

 

Caliente, ballerina, rossa e focosa.
. l’Andalusia.

Continua a leggere

Siamo pronti per viaggiare con voi

viaggietournelmondo_gothere
#world#go#mappamondo#viaggio#domino

Siamo felici di essere finalmente online con il nostro nuovo blog.
Siamo felici di poter condividere con voi le nostre esperienze di viaggio, alcuni consigli, curiosità, immagini, filmati, storie e diari di viaggio.

Questo per farvi crescere la voglia di viaggiare, visitare il mondo con occhi curiosi, assaporare gusti sempre nuovi, conoscere popoli diversi ed estremamente affascinanti.

Continua a leggere